Bonus pc e tablet di nuovo operativo: ecco tutte le informazioni utili e come ottenerlo

6
bonus-pc-tablet-come-richiederlo

Il contributo da parte del Governo per comprare dispositivi elettronici che conosciamo come “Bonus pc e tablet” è stato riattivato per l’anno 2020/2021, al fine di sostenere concretamente lo studio (sia quello frontale che quello a distanza) e il lavoro da remoto. 

Si tratta di un intervento che il Governo considera essenziale per permettere ai suoi cittadini di continuare con le loro normali attività, con gli strumenti necessari perché questo sia possibile. Infatti, oggi sempre più ragazzini sono costretti a possedere un computer fisso nella loro camera, per riuscire a completare i compiti lasciati dagli insegnanti e che richiedono necessariamente delle competenze base di tipo informatico.

La ricerca non si fa più da molto tempo sul volumi stampati e le enciclopedie classiche. Il vocabolario non è più uno dei gadget essenziali di chi si reca in classe per seguire le lezioni di italiano e lingue straniere.

Ormai c’è internet, che ha sostituito ogni altro contenitore di sapere. In pochissimo spazio (piccolo quanto il display di uno smartphone) esso contiene tutta quanta la conoscenza del mondo. O almeno quella che è stata trasmessa per via telematica. Insomma, un pc o un tablet per un ragazzo che va alle medie (scuola superiore di primo grado) o al liceo (scuola superiore di secondo grado) sono dispositivi essenziali.

Avere l’opportunità di accedervi con un contributo in denaro è una forma di garanzia per il diritto allo studio. Soprattutto adesso che spesso le classi sono costrette a riunirsi su delle piattaforme digitali per la DaD (didattica a distanza), voluta dai rappresentanti del nostro Paese come forma cautelare per proteggerci dalla minaccia del Covid-19.

I ritmi dello smart working e la necessità della tecnologia a casa

Oltre a quelli che sono i bisogni degli studenti nelle scuole italiane, ci sono da considerare anche le necessità dei lavoratori da remoto. Tutti coloro che normalmente, ma ancor più per necessità, in questo periodo di crisi sanitaria mondiale, sono costretti dalle loro aziende a restare a casa per non contagiare o contrarre la malattia, hanno bisogno di un sostegno.

Queste persone non possono permettersi di prendere un anno sabbatico e non lavorare. Dobbiamo tenere a mente che, ancora prima dell’emergenza sanitaria, eravamo tutti quanti sotto un’altra emergenza di tipo finanziario.

Nessuno di noi, o comunque pochissimi, hanno le risorse attualmente per sopravvivere a questo periodo senza lavorare e grattandosi beatamente la pancia. Il che vuol dire che la maggior parte del popolo italiano in questo momento deve non soltanto abituarsi ai ritmi dello smart working, ma anche possedere un dispositivo elettronico connesso a internet con il quale svolgere le sue normali attività lavorative. 

Naturalmente, questo è il miglior tempo per parlare dell’acquisto di articoli tecnologici. Infatti, tra pochi giorni arriverà il Black Friday. Esistono tantissime possibilità di sconto da non lasciarsi sfuggire: tramite codici risparmio e molte altre offerte si possono accumulare in casa tutte quante le tecnologie che servono per migliorare sensibilmente la qualità della tua vita. 

Potrai acquistare un top di gamma pagandolo meno della metà del suo valore, se saprai cercare bene. 

Come accedere al Bonus pc e tablet e in cosa consiste di preciso

Ora andiamo nel concreto e vediamo in cosa consiste questo bonus. In sintesi grazie a questo bonus ci si potrà dotare di una rete a banda larga e contestualmente anche di un tablet o di un pc.

Dettagli sul Bonus

La durata di questo bonus è di 12 mesi ma potrà essere chiesto nuovamente fino ad esaurimento scorte. Ma c’è una cosa importante da ricordare: questa possibilità è valida solo per quelle famiglie con un Isee inferiore a 20mila euro e inoltre il contributo massimo è di 500 euro.

Questo bonus viene erogato sotto forma di sconto. Accade nel momento in cui si devono sostenere delle spese per l’attivazione della banda larga di Internet e contestualmente per l’acquisto di un dispositivo come il tablet o il pc.

Il contributo è erogato solo una volta per ogni nucleo famigliare. Si può utilizzare anche passando a un altro operatore rispetto a quello precedente. Naturalmente a patto che il recesso non abbia dei costi e che la velocità della connessione sia uguale a prima.

Contestualmente l’operatore dovrà garantire che il contratto vada a decadere alla scadenza della durata dell’offerta. A meno che non ci sia la possibilità di aderire a una possibilità di offerta di rinnovo.

Prima abbiamo accennato al reddito Isee che non deve superare 20mila euro per poter avere il bonus, ma ci sono anche altre condizioni:

  • non avere nessun contratto di connessione e impegnarsi a sottoscriverne uno con una velocità di connessione minima di almeno 30 Mbit/s;
  • chi ha già una connessione inferiore a 30 Mbit/s dovrà attivarne una con velocità superiore

Altri aspetti da chiarire

Altro aspetto importante da chiarire: chi vuole un tablet o un pc non lo può ottenere in maniera distaccata dalla sottoscrizione del contratto di connettività, ma dovrà utilizzare parte del voucher per ottenere il dispositivo in questione, che verrà messo a disposizione dell’operatore Internet che si andrà a scegliere.

Un’altra cosa da sapere è che questi dispositivi non verranno dati, come era inizialmente previsto, in comodato di uso. Saranno pagati con una parte del buono e dopo la fine del contratto annuale sottoscritto con l’operatore, rimarranno di proprietà dell’utente.

Ma come si richiede il bonus dal punto di vista tecnico? Vediamolo insieme.

Modalità di attivazione del bonus

Innanzitutto ricordiamo che il bonus viene erogato da una società governativa che si chiama Infratel Italia (Infrastrutture e Telecomunicazioni per l’Italia S.p.A.) e viene dato direttamente dall’operatore telefonico all’utente.

Questo significa che, se un operatore vorrà aderire all’iniziativa ,dovrà iscriversi al sito di Infratel Italia e soprattutto dovrà dare delle garanzie all’utente:

  • dovranno essere trasparenti sui costi e sulle modalità di attivazione del bonus in modo che l’utente sia consapevole di quelle che sono le condizioni
  • dovranno rendere chiare le offerte sottoscrivibili con il voucher

In definitiva per ottenere il bonus bisognerà chiamare l’operatore telefonico. Poi presentare una richiesta allegando una certificazione nella quale è dichiarato che il reddito Isee non supera 20mila euro. E infine dichiarare che nessun’altro membro della famiglia ha fatto la stessa richiesta. Ovviamente andrà inserita anche la copia di un documento di identità.

Related Posts

1 Response

Leave a Reply

Chi siamo


voucherboom è la community italiana degli amanti dello shopping online. Su voucherboom trovi informazioni, sconti, codici coupon e promozionali su decine di negozi online selezionati ogni giorno dal nostro staff.

Piu informazioni su di noi

Popular Post

concorso-natale-esselunga-2020
Concorso Esselunga Natale 2020: come funziona e come partecipare.
Dicembre 13, 2020
Super ecobonus 110%: ecco come ristrutturare casa gratis (o quasi)
Agosto 23, 2020
Cashback di Stato: ecco la guida definitiva da seguire
Dicembre 18, 2020

Recent Post

Uova di Pasqua 2021: i migliori siti per acquistarle online
Marzo 23, 2021
Spesa online: gli 8 migliori servizi con consegna a domicilio
Marzo 11, 2021
La festa del papà si avvicina: ecco la guida al regalo perfetto
Marzo 3, 2021

My New Stories

Uova di Pasqua online
Spesa online
regali per papà
estrazione Esselunga concorso 2021
Calendario-festività-2021
concorso-natale-esselunga-2020
bonus-pc-tablet-come-richiederlo